Colmare gli abissi linguistici: Un'immersione profonda nella classifica globale della diversità linguistica EdTech 2023

Colmare gli abissi linguistici: Un'immersione profonda nella classifica globale della diversità linguistica EdTech 2023

Un rapporto fondamentale che analizza l'inclusività linguistica nell'apprendimento online, dove le 21 lingue di Siri superano le 9 tipiche delle piattaforme educative, rivelando un ampio divario linguistico. Unitevi a noi nel promuovere un futuro EdTech più diversificato.

Introduzione

Siri è in grado di interagire e condividere una risata in 21 lingue, in netto contrasto con le 9 lingue tipicamente utilizzate nelle piattaforme educative online. Stiamo ignorando molte lingue nella fretta dell'era digitale?

In un mondo con oltre 7100 lingue, le piattaforme educative online ne utilizzano in media solo 9, secondo la Global EdTech Language Diversity Rankings 2023. Questo dato mostra un grande divario nell'uso delle lingue online e ci invita a riflettere su quanto queste piattaforme siano realmente inclusive.

La nostra indagine approfondita sulle aziende EdTech più importanti fa luce sul motivo per cui chattare con Siri sembra più esclusivo che accedere a conoscenze sostanziali online.

Contenuti

  • Punti chiave

  • EdTech divario linguistico e apprendimento globale

  • La nostra metodologia di analisi linguistica in EdTech

  • Infografica: I leader della localizzazione

  • Ecco cosa abbiamo trovato

Punti chiave

  • Secondo l'UNESCO esistono oltre 7100 lingue, ma l'istruzione online ne utilizza principalmente solo nove.

  • TED è leader nella diversità linguistica e offre contenuti in 115 lingue, il che è piuttosto unico e lodevole.

  • I grandi operatori dell'istruzione online provengono principalmente da Stati Uniti, India, Cina e Brasile, mentre quasi nessuno proviene dalla regione del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA).

  • L'inglese, il portoghese, l'hindi e il cinese sono le principali lingue utilizzate nella formazione online.

  • La maggior parte delle piattaforme utilizza i sottotitoli, ma le ricerche dimostrano che il doppiaggio è un'opzione migliore per gli studenti.

EdTech divario linguistico e apprendimento globale

Il mercato globale dell'EdTech è in piena espansione e si prevede che raggiungerà oltre 7.000 miliardi di dollari entro il 2025. Le startup dell'e-learning sono ormai un grande affare a livello mondiale e contribuiscono a plasmare il modo in cui le nuove generazioni imparano.

L'accesso equo all'istruzione è diventato un obiettivo comune per le aziende di formazione online. Esse ritengono che la tecnologia continuerà a svolgere un ruolo importante nel rendere l'istruzione accessibile a tutti. Tuttavia, c'è un intoppo quando si tratta della varietà di lingue offerte dalle piattaforme EdTech.

State vedendo solo una parte di questo studio

Approfondisci la tua conoscenza e rimani all'avanguardia della ricerca sull'IA di Rask iscrivendoti alla nostra newsletter.
Solo aggiornamenti utili, zero spam.
Passo 1 / 2
Ottenere l'accesso completo
Avanti
Qual è il settore della vostra azienda?
Avanti
Qual è il suo ruolo?
Avanti
Grazie! Scopriamo lo studio completo.
Oops! Qualcosa è andato storto durante l'invio del modulo.

Le ricerche dell'UNESCO dimostrano che l'apprendimento nella propria lingua madre è fondamentale per una buona istruzione e contribuisce a migliorare il rendimento scolastico. Allo stesso tempo, uno studio della Federal Reserve Bank dimostra che una migliore istruzione è fortemente legata a un maggiore guadagno e a una maggiore ricchezza. È quindi chiaro che, affinché la società abbia successo, le piattaforme EdTech devono offrire istruzione in molte più lingue.

Inoltre, la presenza di più lingue nell'istruzione digitale è fondamentale per creare una comunità globale di studenti. Un rapporto del British Council parla dell'aumento dell'inglese nell'istruzione, ma sottolinea anche l'importanza di avere molte lingue nei contesti educativi globali. Non si tratta solo di migliorare l'apprendimento, ma anche di preparare le persone a interagire in un mondo globale.

Altri studi dimostrano che la presenza di molte lingue sulle piattaforme didattiche può davvero potenziare le capacità di pensiero, la comprensione culturale e i legami sociali tra gli studenti. Questo effetto a catena della scelta delle lingue va oltre l'istruzione e può contribuire a creare una società globale più connessa e amichevole.

Questo divario linguistico è il motivo per cui Rask AI ha deciso di verificare la diversità linguistica dei principali servizi EdTech in tutto il mondo. Il primo volume della ricerca riguarda 35 aziende specializzate nell'e-learning e continuerà fino a quando la sproporzione tra 9 lingue EdTech e 7100 lingue parlate non sarà migliorata.

La nostra metodologia di analisi linguistica in EdTech

Abbiamo intrapreso un esame empirico del divario linguistico tra le startup EdTech, con l'obiettivo di individuare il numero di lingue in cui traducono i loro contenuti video, il tipo di traduzione utilizzata (sottotitoli o doppiaggio) e se esiste una correlazione tra la posizione geografica degli utenti e le lingue offerte da una piattaforma.

La nostra ricerca ha utilizzato i dati di SimilarWeb e ha attinto ad altri studi completi come questo o questo per esplorare 35 piattaforme di e-learning.
Successivamente, abbiamo analizzato i loro corsi video, verificando manualmente il numero di lingue in cui ogni corso era tradotto.

Nella fase finale, abbiamo contattato i rappresentanti di ciascuna piattaforma per convalidare i dati raccolti, garantendo l'accuratezza e l'integrità dei nostri risultati.

Infografica: I leader della localizzazione

Rask AI Team ha preparato un'infografica sull'istruzione online che mostra che mentre alcune piattaforme come TED e Khan Academy offrono molte lingue, altre si limitano a una sola, rivolgendosi principalmente ai mercati locali.

In un mondo pieno di lingue, questo suggerisce che l'istruzione online potrebbe fare di più per essere accessibile a tutti, indipendentemente dalla lingua parlata.

Mentre piattaforme globali come TED e Khan Academy sono leader con offerte in oltre 60 lingue, numerose piattaforme servono principalmente i loro mercati locali con una portata linguistica limitata. Questa localizzazione è particolarmente evidente in regioni come la Cina, l'India e il Brasile, dove piattaforme come BYJU's, Vedantu e Gran Cursos Online si rivolgono prevalentemente al pubblico locale. 

Ecco cosa abbiamo trovato

1. Il divario linguistico nell'EdTech è piuttosto evidente.

Nonostante il mondo sia ricco di 7000 lingue, come rilevato dall'UNESCO, le piattaforme educative offrono in genere i loro contenuti in una media di sole 9 lingue. Tuttavia, ci sono delle eccezioni. TED, ad esempio, ha ampliato la sua portata traducendo i video in 115 lingue, a testimonianza della sua visione globale. Segue Khan Academy, che offre contenuti in 63 lingue, comprese quelle regionali come il gujarati e il tamil. Udemy e DataCamp hanno ampliato la loro offerta linguistica a circa 17 lingue, mentre la maggior parte delle piattaforme cinesi si è limitata a una sola lingua.

2. La maggior parte dei corsi di e-learning è disponibile solo in 4 lingue.

Lingue dominanti: L'inglese (il 60% di tutti i contenuti è in inglese), il portoghese (è dominante in Brasile), l'hindi (la maggior parte delle piattaforme indiane utilizza l'inglese come lingua principale) e il cinese sono le lingue dominanti per l'istruzione.

3. Il divario linguistico digitale sembra ridursi in Europa.

Le startup EdTech europee mostrano una maggiore varietà linguistica, traducendo i loro corsi in una media di sei lingue, tra cui inglese, francese e tedesco, a differenza delle piattaforme statunitensi. Nella maggior parte dei casi, le piattaforme statunitensi non adattano i loro contenuti alle lingue europee, rivolgendosi soprattutto al segmento di lingua spagnola del loro pubblico. Le piattaforme brasiliane, invece, si limitano principalmente al portoghese, evitando la localizzazione in inglese. Lo scenario è desolante per le regioni arabe, dove non è disponibile quasi nessun contenuto. Nel frattempo, le piattaforme asiatiche (in particolare quelle cinesi) sono in ritardo rispetto alle loro controparti occidentali, non mostrando alcuno sforzo significativo nella traduzione o localizzazione dei loro contenuti, nonostante ospitino oltre 1.058 startup EdTech che servono 400 milioni di studenti.

Ciò indica un grande potenziale non sfruttato di espansione linguistica per migliorare l'accessibilità all'istruzione globale.

4. I sottotitoli rimangono un metodo privilegiato ed efficace dal punto di vista dei costi per rendere i contenuti educativi accessibili a livello globale.

Prendiamo ad esempio Coursera, che si avvale di una comunità di traduttori volontari per sottotitolare la sua vasta gamma di corsi, consentendo di comunicare in 12 lingue. Pur essendo economici, i sottotitoli potrebbero non offrire l'esperienza di apprendimento più agevole per tutti.

Come sottolinea DataCamp, "nel breve periodo i sottotitoli sono la soluzione ideale per tradurre i contenuti video per un pubblico mondiale. Tuttavia, con i progressi dell'intelligenza artificiale generata dalle macchine, c'è ottimismo sul fatto che, a lungo termine, le traduzioni audio per i contenuti video potrebbero diventare una realtà".

Ciò riflette la crescente aspirazione del settore EdTech a migliorare l'accessibilità all'apprendimento attraverso soluzioni tecnologiche in continua evoluzione.

5. Il doppiaggio è spesso più facile da capire per gli studenti rispetto ai sottotitoli.

Uno studio intitolato "The Pros and Cons of Dubbing and Subtitling" (I pro e i contro del doppiaggio e dei sottotitoli) di Cees M. Koolstra, Allerd L. Peeters e Herman Spinhof, fa luce su questo aspetto. Il documento afferma che i programmi doppiati hanno un vantaggio in quanto non sovrappongono il testo alle immagini, mantenendo l'esperienza video pulita e armonizzata con l'audio. Questo fa sì che il contenuto risulti più familiare agli spettatori che lo ascoltano nella loro lingua. D'altro canto, i programmi sottotitolati, pur consentendo l'autenticità delle voci originali, possono ingombrare lo schermo con linee di testo che possono distrarre.

6. Nuovi modi di tradurre:

Le piattaforme EdTech si stanno avventurando in nuovi percorsi di traduzione, come il parlato generato dall'intelligenza artificiale. Ad esempio, piattaforme come FlexFix sfruttano la potenza della traduzione assistita per fornire in modo rapido ed efficiente un edutainment multilingue, garantendo l'accessibilità dei contenuti a un pubblico di diverse lingue. Il cambiamento è dettato dal desiderio di ampliare la portata globale, migliorare l'esperienza degli utenti e ridurre i costi di traduzione. L'interesse crescente per le nuove tecnologie, in particolare per l'intelligenza artificiale, è evidente in quanto promette traduzioni in tempo reale ed esperienze di apprendimento personalizzate, in grado di soddisfare un pubblico più ampio a prescindere dalle barriere linguistiche.

7. Le piattaforme EdTech specializzate sono solo in inglese.

I corsi di e-learning professionali, come le piattaforme per programmatori DataCamp o per medici Doctorflix, non utilizzano molte lingue diverse (concentrandosi sull'inglese) - e sottotitoli per altri Paesi. Ciò è dovuto al fatto che l'inglese è la lingua internazionale del coding e della programmazione.

Secondo la credenza popolare, viviamo nell'era d'oro dell'istruzione online. Mentre ci "godiamo il boom" dell'istruzione online, il problema dell'accessibilità linguistica è difficile da ignorare. Il Global EdTech Language Diversity Rankings 2023 non solo evidenzia le attuali lacune linguistiche, ma ci esorta anche a creare uno spazio educativo online più favorevole alle lingue.

La strada verso un mondo EdTech più inclusivo dal punto di vista linguistico è lunga e impegnativa. Tuttavia, riconoscere il divario linguistico è un primo passo fondamentale. Lavorando insieme e utilizzando le nuove tecnologie, possiamo puntare a portare la ricca varietà di lingue globali nelle aule digitali dell'istruzione.

Questa ricerca è solo un primo sguardo alla complessità del divario linguistico nell'istruzione e terremo d'occhio la questione. Se desiderate contribuire ai prossimi volumi del libro bianco, contattate il nostro team pr all'indirizzo pr@brask.ai.

Anche questo è interessante

Come tradurre i sottotitoli in modo facile e veloce
Debra Davis
Debra Davis
7
leggere

Come tradurre i sottotitoli in modo facile e veloce

20 maggio 2024
#Sottotitoli
I migliori strumenti online per tradurre i file SRT in modo semplice e veloce
Debra Davis
Debra Davis
4
leggere

I migliori strumenti online per tradurre i file SRT in modo semplice e veloce

19 maggio 2024
#Sottotitoli
L'intelligenza artificiale per mettere la "tecnologia" nell'EdTech
Donald Vermillion
Donald Vermillion
10
leggere

L'intelligenza artificiale per mettere la "tecnologia" nell'EdTech

17 maggio 2024
#News
Il passaggio a Rask AI ha permesso a Ian di risparmiare 10-12k sterline sui costi di localizzazione.
Maria Zhukova
Maria Zhukova
Responsabile copy di Brask
7
leggere

Il passaggio a Rask AI ha permesso a Ian di risparmiare 10-12k sterline sui costi di localizzazione.

14 maggio 2024
#CaseStudy
Le 3 migliori alternative a ElevenLabs
Donald Vermillion
Donald Vermillion
6
leggere

Le 3 migliori alternative a ElevenLabs

13 maggio 2024
#Testo a voce
Le migliori 8 alternative a HeyGen
James Rich
James Rich
7
leggere

Le migliori 8 alternative a HeyGen

11 maggio 2024
Nessun articolo trovato.
Migliorare la salute globale: Rask L'intelligenza artificiale aumenta del 15% l'impegno di Fisiolution negli Stati Uniti ed eleva l'interazione a livello mondiale
Maria Zhukova
Maria Zhukova
Responsabile copy di Brask
11
leggere

Migliorare la salute globale: Rask L'intelligenza artificiale aumenta del 15% l'impegno di Fisiolution negli Stati Uniti ed eleva l'interazione a livello mondiale

2 maggio 2024
#CaseStudy
Ricorso al webinar: Localizzazione dei contenuti per le aziende nel 2024
Kate Nevelson
Kate Nevelson
Proprietario del prodotto presso Rask AI
14
leggere

Ricorso al webinar: Localizzazione dei contenuti per le aziende nel 2024

1° maggio 2024
#News
Dietro le quinte: Il nostro laboratorio ML
Maria Zhukova
Maria Zhukova
Responsabile copy di Brask
16
leggere

Dietro le quinte: Il nostro laboratorio ML

30 aprile 2024
#News
L'Intelligenza Artificiale per l'EdTech
James Rich
James Rich
8
leggere

L'Intelligenza Artificiale per l'EdTech

29 aprile 2024
#News
I 7 principali generatori di avatar AI nel 2024
Tanish Chowdhary
Tanish Chowdhary
Marketer di contenuti
16
leggere

I 7 principali generatori di avatar AI nel 2024

25 aprile 2024
#Creazione di contenuti
I migliori generatori di video AI per sbloccare nuovi mercati e aumentare le entrate
Laiba Siddiqui
Laiba Siddiqui
Stratega e scrittore di contenuti SEO
14
leggere

I migliori generatori di video AI per sbloccare nuovi mercati e aumentare le entrate

22 aprile 2024
#Creazione di contenuti
I 10 migliori strumenti di sintesi vocale per guadagnare di più
Tanish Chowdhary
Tanish Chowdhary
Marketer di contenuti
13
leggere

I 10 migliori strumenti di sintesi vocale per guadagnare di più

18 aprile 2024
#Testo a voce
Tagliare i costi del doppiaggio interno: Come Pixellu ha ridotto le spese utilizzando Rask AI per i contenuti multilingue
Maria Zhukova
Maria Zhukova
Responsabile copy di Brask
7
leggere

Tagliare i costi del doppiaggio interno: Come Pixellu ha ridotto le spese utilizzando Rask AI per i contenuti multilingue

17 aprile 2024
#CaseStudy
Il miglior generatore di cortometraggi AI per YouTube
Laiba Siddiqui
Laiba Siddiqui
Stratega e scrittore di contenuti SEO
14
leggere

Il miglior generatore di cortometraggi AI per YouTube

16 aprile 2024
#Corti
#Digesto: Rask Il viaggio di AI nel Q1 e la torta
Maria Zhukova
Maria Zhukova
Responsabile copy di Brask
10
leggere

#Digesto: Rask Il viaggio di AI nel Q1 e la torta

11 aprile 2024
#Digest
Successo globale della VR: Aumento del 22% delle visite e 40% di utenti di ritorno con la localizzazione giapponese di Rask AI
Maria Zhukova
Maria Zhukova
Responsabile copy di Brask
12
leggere

Successo globale della VR: Aumento del 22% delle visite e 40% di utenti di ritorno con la localizzazione giapponese di Rask AI

8 aprile 2024
#CaseStudy
I 5 migliori strumenti di intelligenza artificiale per la traduzione video per il 2024
Blessing Onyegbula
Blessing Onyegbula
Scrittore di contenuti
8
leggere

I 5 migliori strumenti di intelligenza artificiale per la traduzione video per il 2024

2 aprile 2024
#traduzione video
Come realizzare video con sincronizzazione labiale: Migliori pratiche e strumenti di intelligenza artificiale per cominciare
Mariam Odusola
Mariam Odusola
Scrittore di contenuti
14
leggere

Come realizzare video con sincronizzazione labiale: Migliori pratiche e strumenti di intelligenza artificiale per cominciare

28 marzo 2024
#Lip-sync
Guida completa alla traduzione di video: Come tradurre i video senza fatica
Lewis Houghton
Lewis Houghton
Copywriter
13
leggere

Guida completa alla traduzione di video: Come tradurre i video senza fatica

25 marzo 2024
#traduzione video
Facendo clic su "Accetta", l'utente accetta la memorizzazione dei cookie sul proprio dispositivo per migliorare la navigazione del sito, analizzarne l'utilizzo e contribuire alle nostre iniziative di marketing. Per ulteriori informazioni, consultare la nostra Informativa sulla privacy.